I templi

Tempio Shisen-dō

Shisendo02

All’esterno appare una costruzione poco importante simile a una grande capanna di paglia. Dentro, però, le pareti sono adornate con rotoli di carta con poemi scritti a pennello e trentasei magistrali ritratti di antichi poeti cinesi. Guardando fuori si vede un giardino pittoresco di sabbia bianca con azalee nane, la cui massima fioritura è in maggio, ed aceri. Una piccola cascata alimenta un grazioso shishi-odoshi, dispositivo con canna di bambù a movimento altalenante che gradualmente si riempie di acqua a un’estremità e quando si svuota dall’altra produce un secco rumore di legno il cui scopo è impaurire i cinghiali e i cervi, un contrappunto all’immobilità del tempio che però ottimamente si fonde con la sua rustica atmosfera.

Fu costruito nel 1641 come eremo di montagna da un noto studioso e poeta. Shisendo significa “casa dei poeti immortali” e il comprensorio nel quale è eretto è famoso proprio per l’immortale tranquillità che vi si respira, un’esperienza di profonda serenità e semplice eleganza di un’era ormai andata.



* Indirizzo: 27 Ichijoji-Monguchi-cho Sakyo-ku, Kyoto

* Tel.: 075-781-2954

* Accesso: 5 minuti a piedi dalla fermata Ichijoji-kudarimatsu-cho della linea di autobus urbani

* Orario: dalle 9:00 alle 17:00

* Ingresso: 500 yen per gli adulti